Assemblea Generale del 17 settembre

L’artigianato lodigiano si fa largo tra i deboli segnali di crescita e gli ostacoli di sempre, legati a tasse, burocrazia e credito.

Domenica, in via Lago Maggiore, i soci dell’Unione Artigiani riuniti in assemblea generale si sono confrontati sulla situazione del settore, con la presenza di numerosi ospiti delle istituzioni e dei rappresentanti delle associazioni di categoria, del sistema del credito locale, di Lodi Export, Parco Tecnologico e del mondo della scuola.
Ad introdurre la giornata è stato il presidente Nicola Marini, che ha letto la relazione annuale, un discorso in cui ha raccontato con sincerità le impressioni che ogni artigiano condivide. Al di là dei dati a livello italiano, infatti, Marini ha spiegato anche che la situazione percepita è ben lontana dal confermare una crescita economica, e ha richiamato l’impressionante numero di imprese perse dal Lodigiano in questi ultimi dieci anni. Mille imprese che hanno chiuso i battenti e che non torneranno mai più. Mille imprese ovvero mille storie che, talvolta, avevano radici antiche, mille imprese ovvero più di mille famiglie che si sono trovate in un momento di difficoltà.
Nonostante le difficoltà del settore, l’Unione Artigiani non ha mai fatto mancare il proprio impegno, come ha sottolineato il segretario Mauro Sangalli, che ha richiamato le varie attività che l’associazione di categoria ha svolto durante l’anno. Sangalli ha parlato del servizio paghe, di orientamento, delle fiere, delle iniziative sul territorio, della collaborazione con altre realtà, ma anche dei servizi portati avanti per cercare di sostenere l’innovazione del settore, come quelli nel campo della formazione o lo sportello bandi, per aiutare le imprese a cercare nuove strade di crescita.
Di innovazione ha parlato anche Mario Bettini, vicepresidente nazionale di Casartigiani: “Dobbiamo cogliere l’importanza dell’innovazione – ha detto -, e sfruttare le risorse che le istituzioni, come la Regione, mettono a disposizione delle nostre attività”.
Come rappresentanti delle istituzioni sono intervenuti invece l’assessore di Lodi Claudia Rizzi, che si è limitata a un saluto e agli auguri di buon lavoro, i rappresentanti delle amministrazioni di Zelo Buon Persico, Merlino e Casalpusterlengo, il consigliere regionale Claudio Pedrazzini, che ha raccontato le iniziative avviate da Regione Lombardia in favore dell’artigianato.
Su queste iniziative si è espresso anche l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mauro Parolini, che ha affidato il proprio saluto ad un videomessaggio, così come Gian Domenico Auricchio, presidente di Unioncamere, che in un breve video ha commentato la fusione della Camera di commercio lodigiana con quella milanese.
In sala era presente anche Pierfrancesco Cecchi, presidente uscente della Camera di Lodi, che ha spiegato: “La scelta è stata ben ponderata – ha detto -: si tratta dell’unica possibile direzione per poter avere una ricaduta positiva per il territorio e per le sue imprese, a qualunque categoria appartengano”. Ovviamente ci sono delle barriere da superare, legate al fatto che bisogna confrontarsi con realtà diverse, e far capire loro che il Lodigiano ha necessità e prerogative differenti da quelle di altri territori. Per questo è importante il lavoro delle associazioni di categoria come l’Unione Artigiani, che contribuiscono a far risuonare la voce delle imprese”.
Anche quest’anno, l’assemblea è stata anche occasione per la consueta premiazione delle imprese artigiane che si sono particolarmente distinte nell’artigianato tradizionale e nell’innovazione.

Per l’artigianato tradizionale sono state premiate l’azienda F.lli Zacchetti snc, officina con distributore di carburante, salone ed esposizione di automobili di Casalmaiocco, e Colpi di Coda, negozio di toelette per animali e non solo, situato a Lodi.

Per quanto riguarda l’innovazione nell’artigianato, un riconoscimento è andato a PGR Pubblicità di Gobbo Rinaldo, che opera nel settore della stampa digitale, fotoritocco e segnaletica stradale, ma si è specializzata anche nella posa di pellicole a controllo solare.

Un premio è andato anche alla ditta Corrù Giuseppe e Mauro, e al Garage Baggi snc, per aver affrontato con successo il cambio generazionale.

Un riconoscimento, infine, alla Camera di commercio di Lodi, per l’attività svolta negli ultimi 25 anni a favore delle imprese, alla Federazione Nazionale Pensionati Artigiani, all’Associazione Artigiani di Brescia, e alla Familia Ludesana, per l’impegno profuso dal 1958 a favore delle tradizioni laudensi.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi