AUTOTRASPORTI Accesso alla professione. Decreto sul requisito di stabilimento

E’ stato pubblicato il decreto che introduce il requisito di stabilimento, che va ad aggiungersi ai requisiti di idoneità finanziaria, professionale e di onorabilità, completando cosi il quadro delle condizioni obbligatorie per poter svolgere l’attività di autotrasporto merci conto terzi.

Il requisito sopra citato deve essere dimostrato dalle imprese che operano con uno o più veicoli di massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate. La nuova norma stabilisce che le aziende devono avere una sede effettiva e stabile nello Stato italiano, dimostrabile con la disponibilità di un ufficio di proprietà o a qualsiasi altro titolo ( es. affitto, leasing ), oppure con la residenza anagrafica del titolare dell’impresa.

In questi locali, o presso la sede di un domiciliatario fiscale, o un’associazione di categoria presente nel Comitato Centrale dell’Albo degli Autotrasportatori, oppure presso la sede di uno studio di consulenza automobilistica, devono essere conservati i seguenti documenti:

  • documenti contabili, relativi alla gestione economica e patrimoniale
  • documenti fiscali relativi relativi all’assolvimento delle imposte e dell’Iva
  • documenti del personale
  • documenti relativi ai tempi di guida e riposo dei conducenti
  • documenti di trasporto
  • documenti relativi alla nuova norma di accesso alla professione (condizioni stabilite dal Regolamento CE 1071/2009).

Le imprese devono, inoltre, dimostrare di svolgere in modo efficace e continuativo le attività di manutenzione, dei propri veicoli utilizzati , presso una sede operativa in Italia.

Per le nuove imprese la dimostrazione del requisito di stabilimento deve avvenire al momento della richiesta dell’autorizzazione all’esercizio della professione, mentre, per le imprese già iscritte all’Albo Autotrasportatori, la dimostrazione del requisito dovrà avvenire entro il 03 agosto 2012, pena la procedura di sospensione e di revoca dell’autorizzazione.

Al fine di poter assolvere a tale adempimento, le imprese devono presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio agli uffici della Motorizzazione Civile.

Per ulteriori informazioni i nostri uffici sono a vostra completa disposizione, sig. Alessandro Folli 0371 407214 mail folli@unioneartigiani.lo.it.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi