L’UNIONE ARTIGIANI ALL’ITIS A.VOLTA PER UNA LEZIONE DI ORIENTAMENTO

 

Gli studenti del percorso triennale di studi dell’indirizzo professionale hanno le idee ben chiare: sanno benissimo che tra pochi mesi saranno catapultati nel mondo del lavoro, e hanno accolto di buon grado i consigli di Davide Marino, dello sportello Galdus, e Mauro Sangalli, segretario dell’Unione Artigiani, che ieri pomeriggio hanno tenuto un incontro di orientamento per dare qualche indicazione sulla situazione dell’economia del territorio.

Alcuni ragazzi del gruppo, a dire il vero, hanno spiegato di voler proseguire gli studi fino al conseguimento del diploma quinquennale, ma ognuno di loro ha già avuto esperienze lavorative legate al percorso di alternanza: “L’Itis Volta è in prima linea sull’alternanza da almeno dieci anni, non ha aspettato l’obbligo di legge” ha detto Sangalli, dialogando con i ragazzi che hanno raccontato la propria esperienza. Alcuni di loro hanno ammesso di aver ottenuto buoni risultati e che le imprese hanno già dimostrato un interessamento nei loro confronti per il post-diploma. Nonostante questo, la “lezione” di Sangalli ha mostrato quali sono le caratteristiche fondamentali ricercate dagli imprenditori, non solo nel Lodigiano. “Bisogna accettare che ormai il lavoro non si trova più sotto casa, ed essere disposti a muoversi – ha detto -. Fondamentale la conoscenza della lingua, ma anche la capacità di lavorare in gruppo”. Davide Marino di Galdus ha presentato lo sportello di Galdus-Retelavoro, che favorisce l’incontro tra imprese e persone in cerca di lavoro. (tratto da IL CITTADINO)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi