PARTENZE SICURE: IL DEDACOLOGO DEGLI AUTORIPARATORI DELL’UNIONE ARTIGIANI E IMPRESE LODI

32827630-retro-automobile-con-bagagli-sul-tetto-turismoTempo di partenze per le vacanze e quindi tempo di affrontare in modo appropriato il tema dellasicurezza stradale. Parecchi automobilisti, assieme alle loro famiglie si muoveranno verso mari, monti evarie località di villeggiatura, affrontando lunghi viaggi con vetture cariche di passeggeri e bagagli, contemperature spesso elevate che metteranno a dura prova gli autoveicoli. Quando si parla di sicurezzastradale, si tende spesso a sottovalutare l’aspetto del controllo e invece un test adeguato della propriaautovettura è fondamentale per arrivare sicuri alla meta. Se si vuole ridurre al minimo il rischio dirimanere “in panne” è necessario far controllare il proprio autoveicolo dal meccanico o concessionario difiducia. Ciò non significa necessariamente affrontare grosse spese; soprattutto se l’autoveicolo èperiodicamente “tagliandato” dall’officina di fiducia.

Vi elenchiamo i controlli cui verrà sottoposto l’autoveicolo:

1) efficienza freni anteriori, posteriori e freno a mano;

2) livelli olio motore, liquido di raffreddamento, liquido dei freni, liquido lavavetri;

3) stato delle spazzole tergicristallo e spruzzatori lavavetro;

4) usura pneumatici e verifica pressione (anche della ruota di scorta);

5) efficienza luci ed indicatori di direzione (compresi lampeggiatori, stop, luci interne ) e presenza a bordodelle lampade e fusibili di scorta;

6) scadenze revisione;

7) impianto condizionamento e pulizia gruppo radiatori;

8) scadenza della manutenzione periodica;

9) presenza a bordo di: carta di circolazione, tagliando assicurazione, modulo constatazione amichevole;

10) dotazioni di emergenza a portata di mano: giubbotto alta visibilità, torcia elettrica, numero verdedell’ACI o della compagnia della Vostra assicurazione per chiamare il soccorso stradale.

Una preziosa raccomandazione: evitare accuratamente i meccanici improvvisati e/o abusivi per una serieimportante di motivi. Innanzitutto la professionalità: oggi le autovettura hanno una componentisticaelettronica e sistemi di sicurezza (come ABS e AIRBAG) molto complessi, che soltanto gli autoriparatoriqualificati con alle spalle seri corsi di aggiornamento sanno smontare e rimontare correttamente.

Soltanto quando il cliente ha una ricevuta in mano può contestare all’officina un lavoro fatto non a regolad’arte. Pretendere sempre il rilascio del documento fiscale implica anche la garanzia sui ricambi sostituiti.

Inoltre i riparatori irregolari, oltre a frodare il fisco (e il cliente), danneggiano l’ambiente. Infatti a loro èquasi sempre imputabile l’abbandono nei prati o sul ciglio delle strade di batterie esauste, latte di oliousato e vecchi pneumatici in quanto non possono smaltire i rifiuti pericolosi secondo i dettami di legge.

Pertanto, sempre senza ironia, “E’ MEGLIO PREVENIRE CHE CURARE !!!”

Ultima raccomandazione: Se caricate la vettura tenere a portata di mano in un sacco a parte: la ruota discorta, la chiave per allentare i bulloni della ruota ed il cric. Quanta gente si vede sotto il sole cocentecostretta a mettere a terra tutti i bagagli per poter prendere la ruota di scorta da sostituire a quella forata!!Il massimo della scrupolosità sarebbe provare le operazioni di sostituzione della gomma con unasimulazione a casa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi