Rete Imprese Italia su tassazione immobili: pressione fiscale insostenibile, IMU va modificata

RETE IMPRESE ITALIANel corso di un’audizione tenutasi oggi presso la Commissione Finanze e Tesoro del Senato, Casartigiani, insieme alle altre organizzazioni riunite in Rete Imprese ha, tra l’altro, ribadito che continuare a gravare in maniera consistente sugli immobili strumentali all’attività dell’impresa, significa penalizzare, non le rendite patrimoniali, ma le potenzialità di crescita delle aziende.
E’ ormai urgente la complessiva riforma della disciplina dell’imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare che dovrebbe indurre a riconsiderare l’IMU non un’imposta sul patrimonio ma un’imposta sui servizi locali (la cosiddetta “service tax”) e, quindi, un costo inerente all’attività economica svolta.
Tale diversa “natura giuridica” dell’imposta comporterebbe un “coordinamento” ed una “rivisitazione” di tutti gli altri tributi locali (quali, ad esempio, la TARES, la TOSAP, l’imposta comunale sulla pubblicità), al fine di evitare ingiustificate duplicazioni d’imposta.
La modifica della “natura giuridica” dell’imposta comporterebbe una quantificazione della stessa in base agli effettivi servizi ricevuti dagli enti locali e non in base ad astratti criteri patrimonialistici.
Occorre pertanto rivedere in modo deciso il sistema di tassazione di tali immobili e quindi non solo l’IMU ma anche gli altri oneri locali come la Tares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi