SEMINARIO NOVITA’ FISCALI 2013- LUNEDI’ 18 FEBBRAIO ORE 21.00 SEDE ASSOCIATIVA

“Il momento è difficile – esordisce il Segretario Mauro Sangalli. Per questo moltiplichiamo gli sforzi per offrire tutti strumenti indispensabili alla gestione d’impresa. L’aspetto fiscale è uno dei più complessi: ecco perché insistiamo con interventi mirati. Gli artigiani devono capire l’importanza di dedicare tempo e risorse a questi aspetti. E l’invito – lo sottolineo! – è aperto a tutti, associati a non.”Messaggio chiarissimo, come l’urgenza di coglierne l’utilità, perché il Convegno che l’Unione propone lunedì 18 gennaio, alle 21, presso la sede di via lago Maggiore 2, affronta l’ineludibile tema delle novità fiscali 2013. A dettagliarle sarà un professionista qualificato, Gabriele Erba, dottore commercialista e consulente fiscale dell’Associazione.

 

Sollecitato a darci qualche anticipazione, ci ha fornito un quadro completo degli argomenti che illustrerà, suggerendone un successivo approfondimento.

Considerata la complessità dei contenuti, ci limitiamo ad una segnalazione delle priorità, nella speranza che possa solleticare l’interesse di molte piccole e medie imprese, incentivandone la partecipazione.

In sintesi, per macrotemi, le novità fiscali che toccano trasversalmente gli aspetti del ‘fare impresa’.

Fatturazione:

* dal l gennaio 2013 le fatture devono contenere nuovi elementi identificativi (es. numero progressivo che identifica in modo univoco ditta, denominazione o ragione sociale e numero di partita IVA del soggetto cessionario o committente)

* estensione dell’obbligo di fatturazione a tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizio carenti del requisito di territorialità, con conseguente inclusione nella fattura emessa di una dizione specifica differente per ciascuno dei due casi indicati

* previsione di fatturazione differita anche per le prestazioni di servizio

* segnalazione della possibilità di fattura semplificata per le operazioni fino a 100 euro (elevabile a max. 400)

* nuova tempistica prevista in caso di non ricezione della fattura da soggetto non residente.

 

IVA appalti: prevista la responsabilità dell’appaltatore e la sanzionabilità del committente per il versamento all’erario dell’IVA dovuta dal subappaltatore, con alcune eccezioni.

 

Cessione di immobili abitativi: se effettuate dalle imprese costruttrici, anche dopo 5 anni dalla fine dei lavori di costruzione possono esser assoggettate ad IVA. I trasferimenti di fabbricati sono, in ogni caso, esenti da IVA.

Spesometro: a partire dalla comunicazione delle operazioni 2012 (scadenza 30 aprile 2013) le transazioni per cui è obbligatoria l’emissione della fattura devono essere comunicate, anche se di importo inferiore a 3 mila euro (IVA esclusa).

 

Dichiarazione IMU: la scadenza è fissata al 4 febbraio 2013 per il periodo 2012; entro 90 giorni dalla modifica di situazioni particolari è necessario redigere e trasmettere la dichiarazione IMU.

 

IVIE: l’Imposta sul Valore degli Immobili all’estero è in vigore dal 2012; quanto finora corrisposto dai contribuenti è quindi da intendersi come ‘acconto’ dell’imposta del 2012.

 

Auto aziendali: cambia la deducibilità delle cosiddette auto aziendali, con deducibilità differenti per tipologia d’uso.

 

Beni concessi in godimento ai soci: scade il 31 marzo la comunicazione relativa agli anni 2011 e 2012.

 

Crediti inesigibili: è consentita la deducibilità immediata dei crediti prescritti e di quelli di modeste dimensioni (da 2.500,00 a 5.000,00, riferite alle dimensioni delle imprese), decorsi 6 mesi dalla scadenza di pagamento.

 

Tra i temi cui il dottor Erba farà cenno rientrano: Presunzione del rapporto di dipendenza nelle Partite IVA; Associati in partecipazione assimilati a dipendenti; Opzione IRAP per il triennio 2013/15; Compensazione crediti IVA; Nuovi termini di pagamento nelle transazioni commerciali; Posta elettronica certificata imprese individuali; Rimborso Imposte a seguito di deduzione IRAP; Riscossioni coattive e Aumento dell’IVA ordinaria, che dal 1 luglio 2013 salirà dal 21 al 22%, mentre resterà invariata quella del 10%.

 

L’invito dell’Associazione, al di là delle domande che il pubblico potrà porre in occasione del Convegno, è a contattare gli uffici competenti per tutti gli approfondimenti che ogni argomento, necessariamente, richiede.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi