Alimentazione-panificazione. Sottoscritto il rinnovo del CCNL d’area


CASARTIGIANI insieme alle altre Associazioni artigiane e a FLAI-CGIL, FAI-CISL, UILA-UIL, ha firmato oggi l’accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro dell’Area Alimentazione-Panificazione scaduto il 31 dicembre 2018. Il contratto, che ha durata quadriennale, decorre dal 01 gennaio 2019 ed ha vigenza fino al 31 dicembre 2022, e si si applica ai dipendenti delle imprese artigiane del settore alimentare, delle imprese del settore panificazione, oltre alle imprese non artigiane del settore alimentare fino a 15 dipendenti, incluse le imprese che somministrano alimenti e pasti per la clientela in attività di ristorazione. L’accordo prevede un incremento retributivo a regime di 77 euro lordi, a livello 3A per il settore alimentazione; 74 euro a livello 2A per il settore della panificazione; Inoltre è stata concordata, a integrale copertura del periodo di carenza contrattuale, un importo forfetario una tantum di 140 euro. Relativamente alla parte normativa, sono state inserite numerose disposizioni a vantaggio delle imprese del settore, al fine di recuperare competitività dopo il lungo periodo di contenimento della attività dovuto alla pandemia. L’accordo di rinnovo ha previsto infatti l’aggiornamento della disciplina sul contratto a termine, con la reintroduzione di causali previste dalle parti negoziali, e la valorizzazione della normativa sulla stagionalità. Sono stati inoltre introdotti elementi innovativi per quanto riguarda il lavoro intermittente e le attività di consegna a domicilio.