AREA PIP SAN GRATO -LODI


In tangenziale senza segnaletica, con questa nebbia è un disastro!

Con questa nebbia, in tangenziale senza segnaletica, è un vero disastro». I lavoratori del comparto artigianale di San Grato protestano per l'assenza di sicurezza nel tratto di carreggiata dove l'Anas ha da poco sistemato l'asfalto. «Tanti di noi lavorano su più turni, così si arriva al mattino presto e di notte, senza le strisce però si rischia di finire contro il guardrail, è già accaduto che un'auto si sia ribaltata». Senza contare che i sorpassi azzardati degli automobilisti rendono la tangenziale ancor più pericolosa. Anas sottolinea che l'impresa incaricata completerà la segnaletica orizzontale entro la prossima settimana nel tratto compreso tra il km 301+100 e il km 299+900, in direzione Piacenza. Nelle scorse settimane non sono mancate le lamentele per la nuova pavimentazione, considerata poco ottimale. Anas ha rilevato delle anomalie tra il km 299+300 e il km 301+100 in direzione Milano, «pertanto sono in corso le verifiche della conformità dei lavori secondo le previsioni del capitolato speciale d'appalto con l'impresa aggiudicataria - fa sapere l'Azienda -. Tali tratti dovranno essere rifatti e a seguire si potrà tracciare la nuova segnaletica orizzontale. Compatibilmente con le condizioni meteo si prevede di completare l'intervento entro il mese corrente».

I lavoratori delle tante aziende dell'area Pip, così come è chiamata la zona, ne approfittano per sottolineare la necessità di una maggiore illuminazione del comparto artigianale e una riqualificazione delle strade, dove transitano tutti i giorni i mezzi pesanti.

Mauro Sangalli, segretario dell'Unione artigiani di Lodi, spiega che la questione è stata affrontata con il Comune proprio recentemente, durante un tavolo a cui era presente anche Confartigianato. «Come premessa - anticipa Sangalli -, il ripristino della segnaletica sulla tangenziale è fondamentale. Per quanto riguarda la zona di San Grato, si tratta di un biglietto da visita dal punto di vista produttivo per la nostra città. Negli anni sono stati fatti dei correttivi, la pista ciclabile, l'ampliamento dei parcheggi, il potenziamento dell'illuminazione. Negli ultimi incontri è emerso l'impegno a monitorare diversi aspetti, dai tombini alla riasfaltatura. Noi crediamo sia necessario un monitoraggio costante». Si è discusso anche di sicurezza: «È stato prospettato l'utilizzo di telecamere - conclude Sangalli -, un aspetto al vaglio dell'amministrazione. Il nostro obiettivo è una cura costante della cittadella imprenditoriale». Il Broletto farà partire a breve dei lavori. (articolo da IL CITTADINO)

32 visualizzazioni