Investimenti per la ripresa - Linea A Artigiani 2021 e Linea B Aree interne


Regione Lombardia promuove una misura per favorire la ripresa delle attività dei settori maggiormente colpiti dalla crisi pandemica, con particolare riferimento al tessuto economico-sociale delle Aree Interne lombarde. L'obiettivo è di sostenere le piccole medie imprese - PMI che vogliono investire in uno di questi ambiti: transizione digitale, transizione green e sicurezza sul lavoro. Sono due le linee della misura:

  • LINEA A Artigiani 2021

  • LINEA B Aree interne.

I criteri della misura sono stati approvati con delibera di Giunta regionale n. 5130 del 2 agosto 2021, disponibile in allegato. CHI PUÒ PARTECIPARE - LINEA A Artigiani 2021 La linea A è rivolta alle PMI artigiane. - LINEA B Aree interne La linea B è rivolta alle PMI: - che hanno la sede oggetto del contributo in una delle Aree interne di Regione Lombardia: Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo - Oltrepò Pavese e Valli del Lario - Alto Lago di Como - che appartengono a uno dei seguenti settori: 1. imprese artigiane 2. settori I55.1 - alberghi e strutture simili, I55.3 - aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte, I55.20.30 - rifugi di montagna 3. settore I.56 - attività dei servizi di ristorazione e somministrazione con esclusione del codice I.56.29 - mense e catering continuativo su base contrattuale. Per poter presentare domanda di contributo le PMI devono possedere i requisiti indicati nell’Allegato A alla delibera n. 5130. DOTAZIONE FINANZIARIA € 10 MLN. di risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - FESR, di cui € 3,8 MLN. sono destinati alle sole imprese con sede in una delle Aree Interne della Regione Lombardia: Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo - Oltrepò Pavese e Valli del Lario - Alto Lago di Como. CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE Per entrambe le linee è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili. Il contributo massimo è di € 40.000. Interventi ammissibili al contributo a fondo perduto: LINEA A – Artigiani 2021: sono ammissibili investimenti di importo minimo di € 15.000, da realizzare unicamente in Lombardia e da rendicontare entro il 28 ottobre 2022. LINEA B – Aree interne: sono ammissibili investimenti per un ammontare minimo di € 15.000 da realizzare unicamente in una delle Aree Interne della Regione Lombardia (Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo - Oltrepò Pavese e Valli del Lario - Alto Lago di Como) e da rendicontare entro il termine massimo del 28 ottobre 2022. Le spese ammissibili sono elencate nell’Allegato A alla delibera n. 5130. Le spese fatturate dal 2 agosto 2021, data di approvazione della delibera n. 5130, devono essere quietanzate dopo la data di presentazione della domanda; sono ammessi i pagamenti in acconto prima della data della domanda solo se effettuati dopo la data di approvazione della delibera n. 5130. COME PARTECIPARE La presentazione delle domande deve avvenire a pena di inammissibilità sulla piattaforma Bandi online nei tempi e nei modi indicati nel bando attuativo, che sarà pubblicato entro il 20 settembre 2021. Lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto entro la prima decade di ottobre. PROCEDURA VALUTATIVA Per entrambe le Linee, l’assegnazione del contributo sarà a sportello valutativo secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande di contributo. Finlombarda S. p. A. valuterà le richieste attraverso una fase formale e una fase tecnica e l’assegnazione del contributo seguirà l’ordine cronologico di presentazione delle domande nei limiti della dotazione finanziaria. Sarà nostra premura informarvi appena uscirà il bando.

Per informazioni contattare in associazione Alessandro Folli 0371 407214 mail folli@unioneartigiani.lo.it (fonte Regione Lombardia)

Post correlati