La sede dell'Unione Artigiani è illuminata con il tricolore


Dalla scorsa settimana la sede dell'Unione Artigiani e Imprese di Lodi, in via Lago Maggiore, è illuminata con il tricolore italiano. Una “decorazione” che va oltre le classiche luci natalizie, per diventare un richiamo all'unità e alla speranza, come è stato, durante il lockdown, il coro dei molti italiani che hanno cantato l'Inno di Mameli dai balconi, esponendo le bandiere tricolori. È questo il modo con cui l'Unione Artigiani, che ha allestito anche il presepe presso la hall dell'ospedale Maggiore, vuole porgere un omaggio alla cittadinanza e i più sentiti auguri di buon Natale, nella speranza che il 2021 possa essere un anno di svolta e rinascita. Sono momenti difficili per le imprese italiane – ha commentato il presidente Nicola Marini -, e anche sul territorio non mancano segnali di una crisi evidente i cui strascichi, probabilmente, si prolungheranno nei prossimi anni. Nel frattempo, tutti noi, come cittadini prima ancora che come imprenditori, ci confrontiamo con il dramma della pandemia, che ha segnato profondamente le nostre vite, e che ha causato tanta sofferenza. Ma anche nell'ora più buia, abbiamo scelto di guardare al futuro, come ci insegnano la nostra storia e il coraggio dei nostri imprenditori. Pertanto, abbiamo voluto mandare un messaggio di speranza attraverso il tricolore, che ci fa sentire orgogliosi, uniti, e consapevoli che insieme possiamo sconfiggere qualsiasi nemico, per riprendere il nostro percorso più forti di prima”. “La nostra sede, vestita con i tre colori dell'Italia – ha aggiunto il segretario generale Mauro Sangalli -, vuole esprimere solidarietà e vicinanza agli imprenditori, alle loro famiglie e ai loro collaboratori in un momento difficile, perché rappresenta simbolicamente gli ideali che uniscono tutti i cittadini. Ci auguriamo che la luce del Natale, come questa nostra bandiera luminosa, possa infondere in tutti sentimenti di speranza”.

23 visualizzazioni