Otto bancali di spesa per il centro solidale


RACCOLTA GRAZIE A DIANA MUZZI, ALL'ASSOCIAZIONE SOLIDARIETÀ SAN FRANCESCO E A CASARTIGIANI LOMBARDIA Se, nei primi mesi della guerra in Ucraina, l'accoglienza e la solidarietà nei confronti dei profughi si erano dimostrate particolarmente generose, poi l'entusiasmo si è forse raffreddato, ed è per questo che Diana Muzzi, insieme all'associazione Solidarietà San Franesco e a Casartigiani ha deciso di attivare una raccolta fondi per l'acquisto di cibo da donare al Centro solidale di raccolta alimentare, che aiuta la maggior parte dei profughi ucraini presenti sul territorio.

L'iniziativa è nata da Diana Muzzi, titolare di una piccola impresa che realizza prodotti in cachemire: ha scelto di organizzare una vendita benefica delle sue creazioni, cui si è aggiunto il contributo donato dall'associazione Solidarietà San Francesco e quello di Casartigiani Lombardia: in tutto, sono stati raccolti ben cinquemila euro, che si sono trasformati in otto bancali di spesa consegnati al centro solidale di via Pace di Lodi che li distribuirà a chi è più in difficoltà.

«Abbiamo scelto alimenti specifici, che ci sono stati richiesti dal centro - spiega Simona Piolini, una delle promotrici della raccolta -. Abbiamo puntato, ad esempio, sul latte e su altri generi di prima necessità per i bambini».

Un gesto importante non soltanto per il contributo materiale che aiuterà il centro, ma anche perché sensibilizza i cittadini lodigiani sulle necessità dei più deboli. •  (fonte Il Cittadino di Lodi)

Post correlati