Proposte per la riapertura delle attività di ristorazione.


Le attività di ristorazione, in special modo bar e ristoranti continuano a subire su tutto il territorio nazionale forti restrizioni legate alle limitazioni di orario con possibilità di solo asporto e consegna a domicilio.

Una situazione questa che mette a dura prova il settore, già profondamente segnato dalla prima ondata dell’emergenza, che sta mostrando un forte incremento del numero di cessazioni e pesanti perdite di fatturato.

Non è secondario segnalare, inoltre, come ciò determini una concatenazione di effetti, in grado di incidere in negativo su più rami dell’agroalimentare, ergo del Made in Italy.

Si stima che soltanto l’invenduto concernente vini ed alimenti abbia raggiunto, lo scorso anno, un valore pari a 9,6 miliardi di euro. Una filiera – quella dell’agroalimentare – cui si collega il destino di circa 4 milioni di posti di lavoro.

DOCUMENTO UNITARIO QUI

CIRCOLARE QUI

Post correlati