RIVALUTAZIONE BENI D'IMPRESA


Vi segnaliamo che il Decreto Agosto ha introdotto una nuova rivalutazione dei beni d’impresa e la Legge di Bilancio 2021 estende questa possibilità anche all’avviamento e alle altre attività immateriali risultati dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2019.

Uno degli aspetti che rendono la rivalutazione dei beni d’impresa un’agevolazione particolarmente appetibile è la possibilità di rivalutare un singolo bene, senza dover rivalutare tutti i beni appartenenti alla stessa categoria con applicazione di un unico criterio all’interno della categoria.

La rivalutazione dei beni d’impresa può essere effettuata con valenza esclusivamente civilistica, ovvero con valenza anche fiscale, dietro il pagamento di un’imposta sostitutiva pari al 3% (misura valida per tutti i beni, materiali ed immateriali), da applicarsi sulla differenza tra il costo storico del bene presente in bilancio e il maggior valore attribuito al bene stesso.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono aderire alla norma in oggetto, a prescindere dal regime fiscale adottato (ordinario o semplificato):

  • Società di capitali e enti commerciali;

  • Società di persone commerciali;

  • Imprese individuali;

  • Enti non commerciali;

  • Soggetti non residenti con stabile organizzazione.

AMBITO TEMPORALE PER EFFETTUARE LA RIVALUTAZIONE

La rivalutazione riguarda i beni risultanti dal bilancio al 31/12/2019 e deve essere effettuata nel bilancio al 31/12/2020. I nuovi valori patrimoniali saranno quindi iscritti in bilancio già a partire dal bilancio al 31/12/2020 mentre l’ammortamento maggiorato produrrà i propri effetti a partire dal bilancio al 31/12/2021.

BENI OGGETTO DI RIVALUTAZIONE

Possono essere oggetto di rivalutazione, ai sensi delle richiamate disposizioni:

  • i beni materiali e immateriali (marchi, brevetti, licenze ecc, con eccezione per i “meri” costi pluriennali), con esclusione di quelli alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività d’impresa;

  • le partecipazioni in società controllate e collegate, purché costituenti immobilizzazioni finanziarie.

Chi fosse interessato ad usufruire di tale opportunità che oltre ad offrire vantaggi di carattere fiscale consente di patrimonializzare l'impresa a tutto beneficio dei rapporti con gli istituti di credito è pregato di contattare l'Ufficio Contabilità dell'Associazione.

60 visualizzazioni