Rottamazione Ter Saldo e Stralcio: calendario scadenze


L’Agenzia delle entrate-Riscossione fa il punta sul Saldo e Stralcio e sulla Rottamazione Ter, ricordando le prossime scadenze di pagamento al fine di non perdere il diritto all’adesione agevolata dei debiti. Di fatto, i versamenti effettuati in ritardo fanno decadere il piano di rientro e diventano pertanto degli acconti sulle somme a ruolo. Prossime scadenze Saldo e Stralcio 20% entro il 31 marzo 2020; 15% entro il 31 luglio 2020; 15% entro il 31 marzo 2021; 15% entro il 31 luglio 2021. Per chi ha aderito entro lo scorso aprile 2019, pagando le prime due rate entro il 2 dicembre, i prossimi versamenti si effettuano ogni anno entro il 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre. Per chi vi è rientrato automaticamente nella Rottamazione Ter dopo aver parzialmente gratuito di quella Bis, le restanti rate scadono il 31 luglio e il 30 novembre dal 2020 in poi. Per chi ha presentato domanda entro il 31 luglio scegliendo il pagamento dilazionato, le prossime rate sono il 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre. Per il pagamento si usano i bollettini allegati alla “Comunicazione delle somme dovute”. Agevolazioni Per chi versa le rate nei tempi previsti, l’AeR sospende le procedure esecutive (a meno che non abbia avuto luogo il primo incanto con esito positivo) e non ne avvia di nuove (neppure cautelati). Restano attivi fermi amministrativi e ipoteche già iscritti al momento della domanda di Saldo e Stralcio. Rimangono altresì sospesi i termini di prescrizione e decadenza dei carichi ammessi alla pace fiscale e gli obblighi di pagamento che derivano da precedenti piani rateali di rientro.


10 visualizzazioni